9 gennaio 2012

Uomini e Profumi / On Men and perfumes

Stamattina ero al Porto Antico, la  mattinata era scintillante, col cielo terso e un sole caldo. C'erano molte altre persone in giro, compresi alcuni turisti di tutte le età, ciclisti, gente coi cani...
Ad un certo punto avverto nell'aria un profumo che conosco bene, mi guardo intorno ma non vedo nessuno che "si adatti" all'idea che ho io di quel profumo. Però, senza dubbio, è proprio lui. Allora decido di seguire la scìa. Arriva -chiara e forte- da una panchina lì vicino.
Mi avvicino e annuso meglio. Sì, lo indossa senz'altro uno dei due signori seduti lì. Uno è un bel cinquantenne brizzolato, atletico, barbetta curata e occhiali da sole, l'altro è visibilmente suo figlio sui vent'anni, giacca da vela e un bel sorriso. Stanno chiacchierando, chissà di cosa, ma è chiaro che si stanno godendo il sole e la reciproca compagnia. Proseguo sulla mia strada e ancora sorrido, pensando a quei due uomini belli e solari, uno dei quali indossava -benissimo- Angel di T. Mugler.

This morning I was at the Old Port, the morning was shining, with a clear sky and warm sun. There were many other people around, including tourists of all ages, cyclists, people walking dogs... At some point I smell a scent I know well, I take a look around without spotting anyone "fitting" the idea I have of that perfume. However, without a doubt, it's it, so I decide to follow the trail. It comes -clear and strong- from a bench nearby. I take a deeper sniff. Yes, definitely one of the two gentlemen sitting there is wearing it. One is a handsome gentleman in his fifties, grizzled, athletic, with curated beard and sunglasses, the other one is visibly his son, in his twenties, sailing jacket and a nice smile. They're chatting about something, they're clearly enjoying the sun and each other's company. I continue on my path and still smile, thinking of those two beautiful, sunny men, one of whom was wearing -divinely, indeed- Angel by T.Mugler.

Foto/Pic here

18 commenti:

marcelloviv ha detto...

Scusate la mia impertinenza, ma Angel by T.Mugler. non è un profumo da donna?
Ciao

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Marcello, il punto è esattamente questo: Angel è venduto come profumo "da donna". Il post voleva proprio sottolineare questo: beato chi si gode quel che gli piace e lo fa star bene, lasciando agli altri le balle assurde del marketing!

Anonimo ha detto...

Ciao!Ho sorriso anch'io pensando alla tranquillità con cui gli spiriti liberi indossano una fragranza,qualuque sia,proprio perchè si accorda perfettamaente al carattere o allo stato d'animo.
La serenità interiore di chi non ha paura di mostrare il lato dolce di sè rivela,io credo, grande sicurezza e grande forza.
P.S.Straordinario Chanel n°5 Edt sulla pelle di un signore elegante o di un giovanotto scanzonato!
Cristina

Mauro ha detto...

post meraviglioso,
devo aver scritto qualcosa a riguardo in qualche tuo post più.."antico".
Proprio come dico io, il profumo non ha sesso...... classificare un profumo come maschile o femminile è solo un'invenzione del dopo guerra per far comperare i profumi anche al popolo maschile.
Ogni fragranza ha delle proprie vibrazioni, che possono essere in assonanza o in dissonanza con le nostre.
Non siamo noi a scegliere la fragranza, ma è l'esatto contrario.
Molti..... anni fa usai con successo una fragranza di YSL venduta come femminile, era Rive Gauche; quando gli amici mi chiedevano cosa fosse quel buon profumo che sentivano su di me, non ci credevano, ma poi alcuni di loro lo adottarono senza problemi.
Di esempi ce ne sarebbero molti altri, ne cito uno, che amo molto, tra i contemporanei; " Carillon pour un Ange" di Andy Tauer, per esempio; ma l'elenco potrebbe essere particolarmente lungo...e non voglio tediarvi.
Marika , che ha "sniffato" sicuramente molto più di me, potrà portarvi una carrellata di esempi esaustivi.
Ciao a tutti,
Mauro

Alessandra di Varese ha detto...

Angel...proprio stamattina lìho indossato e adesso ne leggo il post.
Che piacevole coincidenza...
Alessandra

Anonimo ha detto...

Bellissima descrizione, mi piace il tuo modo di scrivere, di dipingere delle situazioni come fossero degli splendidi acquarelli...bello il finale, un po' "shockkante" ma così straordinariamente stridente!

Saluti Elmifra

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Mauro, Rive Gauche è una tale meraviglia che continua a conquistare anche oggi! Hai ragione, quando una fragranza è ben fatta, piacevole ed interessante, saranno in molti a volerla indossare, perchè sarà capace di dire qualcosa a ciascuno di loro. Anche Carillon pour un Ange, che ha un'affascinante base di rosa un pò ombrosa e selvatica, sulla pelle maschile dev'essere uno sballo. Certo, ci vuole un maschio buongustaio che soprattutto abbia voglia di osare, di aprire la mente ed esplorare tutte le possibilità che il mercato gli offre: merce rara, oggi. Per questo quando se ne trova uno bisogna assolutamente scriverne!

Cristina, il N.5 è un ottimo esempio perchè veramente, sulla pelle maschile tira fuori un aspetto ancora più affascinante. Ma per fare una piccola lista (magari i signori si potrebbero sentire stimolati a provarli), possiamo aggiungere altri Chanel (tutti quelli della linea esclusiva- Coromandel, Sycomore, Bel Respiro e Cuir de Russie in primis-, ma anche il N.19), tutti i Guerlain femminili composti prima degli anni '80, molti Dior (tra cui lo splendido Dolce Vita), Opium e Rive Gauche (YSL). Se io fossi un uomo proverei anche Eau de Merveilles, Caleche e Kelly Caleche (Hermes), Youth Dew (E.Lauder), L'Interdit di Givenchy, Must e le Baiser du Dragon di Cartier. Tanto per cominciare.

Quindi, signori lettori del blog, seguite l'esempio dei due gentlemen della panchina, di mauro, di mio marito e di tutti i ragazzi che indossano fragranze anche "da donna". Osate, osate, osate!!!

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Elmifra, che bello rivederti da queste parti! Grazie ;-)

Alessandra, ma lo sai che è già successo parecchie volte che tu abbia incontrato un profumo e in giornata io ne abbia scritto? Secondo me è telepatia, ovvero essere sintonizzate su una vibrazione comune. Mi succede anche con altre persone in altri ambiti, e quando succede non posso non notarlo. :-) uau!

Mauro ha detto...

Un'altra fragranza "femminile" che mi ha colpito parecchio e che è portabilissima anche dal macho più rude del mondo è "Tubereuse Criminelle" di Lutens; dove l'esuberante tuberosa viene tenuta a bada (ma non soffocata, anzi ne viene amplificato il lato oscuro e più intimo)da un sapiente mix di garofano, noce moscata, muschi, ma soprattutto lo storace con la sua nota amara ed un po' canforata.
....L'ho già inserito nella mia wish list.
Saluti a tutti ... ah ..dimenticavo; anche uno splendido anno profumato e pieno di cose belle da ricordare da qui all'eternità!!
Mauro

Anonimo ha detto...

Mi da sempre soddisfazione leggerti e sopratutto immaginare un profumo che ho tanto amato sulla pelle di un uomo. Ho provato alcune volte a convincere mio marito a provare qualche mio profumo, anche quelli unisex. Ma già il fatto che li portassi io per lui era fonte di dubbio.
L'altro giorno mi ha detto che il Taste of Heaven di Kilian che portavo era decisamente femminile.
Ma tanto ritorno alla carica...Baci Sabricat

ivan ha detto...

ciao, mi chiamo ivan
nonostante stia leggendo il libro , da disattento cronico mi è sfuggito che la scrittrice ha anche un blog , cosa che ho appurato nella profonda ed insonne notte alle 4 del mattino... quasi finito di leggere il tuo libro.

mi sono avvicinato alla profumeria artistica grazie ad un mio amico , che mi ha con il tempo fatto conoscere queste fragranze che finalmente mi hanno fatto riscoprire il VERO profumo, deluso da piattezze industriali che non mi raccontavano più nulla.

adesso possiedo tuberose criminelle SL , bagari , like this ELD,withe musk MONt. e una solare colonia di diptique l'eau de l'eau.

oggi mi sono inebriato dei profumi di Bruno Acampora , conosciuti sul tuo libro e guarda caso nel momento in cui mi sono tornati in mente , ho letto nelle mie ricerche che li vendono da un mese anche a firenze alle profumerie aline.

essenze particolari animalesche umide calde luminose ,vedo e risento sulla mia pelle la poliedrica e controversa bellissima città partenopea. mi piacciono , ma devo registrarle bene per capirle.
mi affascinano.. le devo avere.

ma forse il prossimo acquisto è il numero 12 di Tauer .. sn indeciso , mi devo schiarire le idee annusando altri profumi ^^.

finendo il tuo libro , d'ora in avanti leggerò e commenterò il tuo blog.

un saluto da Firenze ^^

ivan ha detto...

ps. ho usato angel per 3 anni .. adesso nn lo posso più sentire ><

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Ivan e benvenuto tra noi. Mi fa piacere che il mio libro ti stia facendo riscoprire la gioia di indossare profumi: è stato scritto proprio per questo! E' bello quando hai gli strumenti per andarti a cercare da solo quello che pensi ti farà vibrare di gioia, ed il profumo è proprio questo: gioia. Hai ragione gli Acampora sono profumi corposi, ricchi, animaleschi, hanno bisogno di un pò di tempo per essere compresi e gustati appieno. Io amo il loro splendido Musc, il conturbante Blu, e Iranzol, speziatissimo e molto "sfidante" da indossare. Continua l'esplorazione, ne hai da divertirti! E continua a scrivere, mi raccomando non sentirti mai timido qui!

Mauro, a volte non si sente parlare di un profumo per mesi e poi invece te lo nominano (con un sospiro di passione) ben tre volte in un giorno: Tubereuse Criminelle, in questo caso. A volte, l'Universo gira così (cioè bene).

Sabri, lo so che tornerai alla carica, sei una tigre! Vuoi mettere la soddisfazione (tua) di sentirgli addosso un profumo che ti fa impazzire già quando lo indossi tu??? Vale la pena insistere un pò... ;-)

Mauro ha detto...

carissima Mary,
esiste anche il contrario; cioè profumi dal look maschile: nome, confezione, l'immancabile dicitura for man..........., ma che poi tradiscono rivelandosi con un cuore anche femminile...
Un esempio??..
GREY FLANNEL di Geoffrey Beene; 1975/1978 non ricordo bene, ne parlo nel mio blog; ha un cuore di violetta così intenso da tradire tutte le aspettative maschili, è stato un mito, a volte lo uso ancora; ti infonde quel senso di calore che in queste giornate fredde ci vuole proprio.
A bientòt. :-)
Mauro

Anonimo ha detto...

Chi di voi ha mai annusato le acque di sisley? Cosa ne pensate della numero 3?

Anonimo ha detto...

A proposito di maschili e femminili, ieri ho comprato il mitico M7 di YSL. Mi ha colpito la sua dolcezza felina, senza essere affatto animalico.
Questo è un'altro spunto preso da questo blog. Grazie Marika per i consigli preziosi!!!
Visto la confezione tanto "maschia" non dovrei avere problemi a proporlo a mio marito (anche se devo dire che è il più femminile tra i maschili mai sentito- scusa il gioco di parole)
Riguardo a Gucci pour Homme, che tu hai definito parente stretto di M7, ti avevo detto una cavolata. Ho sentito Gucci by Gucci e l'ho scambiato per G. PH. Ma quest'ultimo ho paura che sia discontinuato, non lo trovo più in giro e M7 è già stato sostituito con il nuovo M7 oud absolue che a me risulta violentemente riformulato, in confronto al vecchio un'acquetta. Tu l'hai snasato?
Baci Sabrina

Marika Vecchiattini ha detto...

Ciao cara, ho trovato M7 prima versione vecchio e l'ho comparato con il nuovo: in effetti mi paiono un pò diversi. Nel primo la dolcezza iniziale dura per tutto il viaggio, mentre nel secondo si stempera un pò nei legni. L'oud mi pare un tantino più presente nella versione modernizzata: forse al momento del lancio, visto che era una novità anche impegnativa da comprendere e da indossare, hanno scelto di non estremizzarlo, mentre oggi che è diventato trendy lo hanno spinto un pò di più. E' anche più intenso e profondo, scuro, anche se la durata era più soddisfacente nella prima versione.
Globalmente mi pare abbiano fatto un lavoro decente, anche se chi ha amato il primo, in effetti potrebbe non innamorarsi anche della seconda versione... Grazie a te per lo stimolo!

Anonimo ha detto...

Cara Marika, ora mi hai suscitato la curisità per ritestare meglio il nuovo M7. Effettivamente è durato molto poco e stando in aeroporto, forse distratta dalla imminente partenza, mi sono sfuggite tutte le sfumature che hai sapientemente colto.
L'avevo confrontato con il tester del vecchio, ma credo fosse di una concentrazione maggiore del profumo che ho comprato...possibile che i tester siano potenziati?
Non è possibile che fosse un Edp perchè mi risulta solo l'esistenza dell'Edt.